Gubbio

Funerali Fabriano bimba morta monossido

Si sono svolti oggi a Fabriano con rito evangelico i funerali della bambina di 11 anni uccisa dal monossido di carbonio nella camera che divideva con il fratellino di 7 anni in un villetta nella frazione Aspro di Sassoferrato. L'autopsia, effettuata ieri, ha confermato la causa della morte per intossicazione da monossido. Alle 13 è stata aperta la camera ardente nella casa del commiato Infinitum dell'impresa di onoranze funebri Bondoni, alle 17 i il funerale. Il feretro è stato tumulato nel cimitero di Sassoferrato. La famiglia di origine brasiliana vive da anni ad Aspro ed è benvoluta da tutti. I carabinieri hanno sequestrato la stufa a legna che alimenta l'ìmpianto di riscaldamento e quindi è sempre accesa e la cui canna fumaria attraversa la camera di bambini. L'ipotesi più accreditata è che le esalazioni di monossido si siano sprigionate da una fessura del tubo nella stanza. Il fratellini si è salvato ed è stato sottoposto a ossigenoterapia in camera iperbarica a Fano.

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie